CURA DELLA SCARPA

Il capo di abbigliamento che maggiormente necessita di cure è sicuramente la scarpa di qualità poiché, fra tutti, è l’abbigliamento maggiormente soggetto a sollecitazioni e soprattutto poiché è il capo più longevo del guardaroba. Tutti sanno come si puliscono le scarpe ma pochi se ne prendono cura. Ovviamente il primo consiglio per la cura di una scarpa è quello di non portarla per più di due giorni consecutivi ma di ruotarne l’utilizzo facendola riposare per almeno un giorno oppure anche due se l’abbiamo sfilata dai piedi è bagnata dalla pioggia.

La pulizia delle scarpe in pelle

Per la pulizia della scarpe in pelle si consiglia l’utilizzo della cera o di un lucido da scarpe. Dopo aver spolverato con un panno le scarpe, la cera va applicata su di esse con una spazzola per tutta la superficie delle stesse. Le scarpe una volta spazzolate vanno lasciate riposare per qualche ora affinché la pelle assorba la cera , dopodiché si strofinano con un panno in lana che elimina la cera non assorbita lucidando nel frattempo la pelle. Conclusa la pratica, le scarpe risulteranno pulite, la pelle nutrita, impermeabilizzata e luminosa.

La pulizia delle scarpe in castoro o camoscio

La scarpa in suéde va trattata in modo differente. Infatti la pulizia di calzature in camoscio o castoro prevede prima una leggera spazzolatura per eliminare dai follicoli tutta la polvere accumulata, dopo si applica uno spray impermealizzante ed idratante che, una volta spruzzato per tutta la superficie della scarpa, viene fatto asciugare per qualche ora, solo a scarpa asciutta sempre con una leggera spazzolatura si elimina il prodotto in eccesso. Il risultato è una scarpa pulita e luminosa.

Il riposo della scarpa

La scarpa dopo essere stata utilizzata per l’intera giornata va riposta per almeno un giorno e, per riporle nel giusto modo, andrebbe usato un tendiscarpe in legno. Se la scarpa è bagnata va prima riempita di carta di giornale, fatta asciugare lontana da fonti di calore e una volta asciutta riposta con un tendiscarpe in legno. Un buon paio di scarpe di qualità, come abbiamo più volte detto nelle nostre schede, può accompagnarci per tantissimi anni (anche per quarant’anni) ovviamente prendendocene cura attraverso le varie risuolature (se costruite con lavorazione Goodyear o Blake Rapid) ma ciò non basta: le scarpe vanno curate e rispettate nell’uso quotidiano affinché diano il massimo in termini estetici e di durata nel tempo.