Profumi

Con il termine “profumo” vengono impropriamente identificate tutte le composizioni di essenze indossate sulla pelle come accessorio olfattivo, in realtà invece deve essere fatta una distinzione tra eau de cologne (soluzione al 3-5 per cento di olio profumato mescolato ad acqua ed alcool); eau de toilette (soluzione al 4-8 per cento mescolata ad alcool); eau de parfume (soluzione al 15-18 per cento di olio profumato in alcool) ed infine il profumo (soluzione al 15-30 per cento di olio profumato mescolato ad alcool):tra le essenze quella più presente per intensità è il profumo poiché contenente la maggior quantità di olio dunque la più fresca da indossare è l’eau de cologne. Indossare una composizione piuttosto che l’altra sarà dunque una scelta di eleganza dettata non solo dal contesto sociale che sarà frequentato ma anche dal tipo di attività che sarà lì svolta, dalle condizioni meteorologiche nonché dalla stagione in corso: ad esempio per un aperitivo estivo serale all’aperto sarà più adatto un eau de toilette piuttosto che un profumo.

Piramide Olfattiva

Una profumazione nasce dalla creazione, da parte di un professionista chiamato naso, di un “accordo” ovvero di una mescolanza da due a diverse centinaia di essenze diverse. Ogni profumazione puo essere analizzata attraverso un piramide olfattiva per la quale si distinguono tre sfumature olfattive: note di testa, bouquet e note di fondo.

Coltivazione

Parte tutto dalla coltivazione di fiori ed erbe dalle quali si estrae l’essenza. Tra le coltivazioni più comunemente utilizzate: lavanda, cedro, sandalo, votive, pasciuli, ladano, muschio, ambra,tabacco,…

Raccolta ed Enfleurage

Una volta raccolti, fiori ed erbe, passano il processo di enfleurage o di assorbimento nel quale le essenze profumate delle piante raccolte, volatili e facilmente deperibili, vengono aggregate insieme attraverso un grasso: le piante vengono fatte riposare su lastre di vetro spalmate di strutto o su panni di canapa intrisi di olio ai quali cedono la loro essenza che assorbita dal grasso ne verrà poi estratta; oppure isi procederà con il più economico processo di distillazione nel quale le essenze vengono distillate dalle piante attraverso l’immersione dei fiori in solfuro di carbonio.

L'Essenza

A questo punto si ottiene l’essenza con la quale il naso lavorerà in un gioco di consapevoli ma imprevedibili alchimie con altre essenze al fine di ottenere una profumazione unica così come l’identità di chi la sceglierà come proprio accessorio olfattivo.

Profumazioni

Se la scelta della composizione (dall’eau de cologne al profumo) è una scelata di eleganza, la scelta della profumazione è assolutamente una scelta di stile: infatti le sfumature olfattive che compongono una profumazione definiscono una identità olfattiva che una volta indossata contribuisce a definire il Vostro modo di essere.